Gli orologi di lusso nel cinema: da James Bond a Kingsman

Gennaio 17, 2024By Bonetto Cinturini

Gli orologi rappresentano degli accessori intramontabili, indiscutibilmente capaci di dare un tocco in più a qualsiasi outfit, elegante o informale che sia. Non si tratta di semplici oggetti di abbellimento, il loro scopo non è soltanto quello di indicarci l’orario, ma di comunicare qualcosa di noi agli altri, del nostro stile e perché no? Persino del nostro carattere. Non a caso, nella storia del cinema, gli orologi rappresentano da sempre delle vere e proprie icone capaci di rappresentare lo stile dell’attore che li indossa, divenendo un accessorio fondamentale per il suo outfit tanto quanto la pettinatura e la scelta delle scarpe. Nel vasto mondo dello spettacolo, dove la realtà si fonde con la finzione dando luogo a delle storie fantastiche riprodotte sul grande schermo, l’orologio è diventato un oggetto ricoprente un ruolo di primo piano, rappresentando degli oggetti che parlano dello status e dell’indole dei personaggi che li sfoggiano quasi come un simbolo, un modo per comunicare il loro essere senza parole. Basta guardare i film più famosi nel mondo del cinema e gli attori che li hanno interpretati: da James Bond a Kingsman, passando per gli orologi di lusso di Tom Cruise, di Apollo 13 e di Arnold Schwarzenegger; dei veri e propri oggetti simbolici del film, che non rappresentano soltanto accessori di abbellimento, ma che fin dalla loro prima apparizione nel grande schermo sono diventati vere e propri status simbol capaci di identificare lo stile e la personalità degli attori che li indossano. 

 

Il personaggio di James Bond tra avventure, acrobazie e gadget iconici

Nel parlare degli orologi di lusso che hanno fatto “la storia” nel mondo del cinema, rimanendo impressi nella memoria, non si possono citare le grandi serie conosciute in tutto il mondo, quelle che hanno riscosso successo e sono diventate intramontabili, prima fra tutte la serie del famoso agente segreto districato tra pericoli e incredibili acrobazie: i film di James Bond. Quando si pensa a questa serie vengono subito in mente le sue acrobazie fantastiche, gli attori talentuosi e i gadget iconici intelligenti. Ma non solo: in questi film si è cercato di dare grande risalto all’immagine del protagonista, cercando di contemperare la sua indole forte, coraggiosa ed elegante, con un gadget elegante e lussuoso: il Rolex. Gli orologi Rolex, infatti, compaiono in tutti i film, anche se in molte scene vengono sostituiti da orologi di lusso altrettanto eleganti. Il primo film della serie 007 fu il Dr. No, nel 1962, poi seguito da altri che, nel tempo, sono diventati i film più apprezzati al mondo. L’orologio originale che appare nel primo film al polso del protagonista, il Rolex Submariner 6538, considerato da sempre una parte iconica del film, fu venduto all’asta per $ 60.000. Nel film “Operazione tuono”, interpretato da Connery, il modello venne cambiato con un Breitling Top Time (con funzione di contatore Geiger). Se è vero dunque che l’agente rimase fedele al Rolex Submariner in A 007, dalla Russia con amore, Missione Goldfinger e Operazione tuono, in quest’ultimo film fece la sua prima comparsa anche un altro modello non appartenente alla gamma Rolex. Nel film “Al servizio segreto di sua maestà”, indossò al polso entrambi i modelli: sia il Rolex Submariner che il Rolex Chronograph 6238. Nel 1999, il primo Bond a sostituire un Rolex con un Omega fu Pierce Brosnan, con il modello “Omega Seamaster Driver 300M“. Ma c’è un’interessante curiosità: nelle immagini pubblicitarie del film “007 LA SPIA CHE MI AMAVA” (mandate in onda nell’anno 1977), si intravede un Rolex GMT-Master, mentre nelle scene del film l’attore protagonista va in scena con un Seiko 0674 5009. Sebbene i Rolex si siano sempre visti nei film di 007, Roger Moore ricorreva spesso ad alcuni modelli Seiko per aiutare Bond a scampare da situazioni complicate nelle sue rocambolesche avventure. Il Rolex Submariner 6538 venne in realtà usato nei vari film di Bond interpretati da Sean Connery cambiandoli con cinturini diversi, di vario colore e materiale. Nel primo capitolo della saga il modello era in pelle, mentre successivamente il materiale usato fu il tessuto.

 

Le avventure del Doctor Strange nel Multiverso della Follia (2022) e il suo Jaeger-LeCoultre Master Ultra Thin Perpetual Calendar

Prima di avventurarsi nel suo viaggio esistenziale nel “Multiverso della follia”, il famoso chirurgo Dr. Stephen Strange sceglie un modello molto peculiare dotato di incisione interna: un Jaeger-LeCoultre Master Ultra Thin Perpetual Calendar, con su scritto il seguente messaggio “Il tempo dirà quanto ti amo – Christine”.

 

Il lussuoso Rolex Cosmograph Daytona in 18k in Wolf of Wall Street

Ma i Rolex non sono una prerogativa del famoso agente 007, l’orologio migliore visto in The Wolf of Wall Street è infatti il Rolex Cosmograph Daytona in 18k, un lussuoso esemplare giallo-oro con il quadrante nero, che brilla al polso dell’affascinante protagonista Jonah Hill durante la conclusione di uno dei suoi affari. È interessante notare come negli anni ‘80, questo modello si poteva acquistare per poche migliaia di euro. Gli esemplari che si possono notare nei vari film della serie sono tanti, a cominciare dal Seiko e passando a diversi modelli di Tag Heuer fino al Rolex Datejust. Ma il modello Rolex Cosmograph Daytona è stato tra gli orologi più pregiati che si possono vedere nel film.

 

Il Royal Oak Offshore Chrono nel film “Un disastro di ragazza”

Un Royal Oak Offshore Chrono, un modello espressione dell’alta orologeria di lusso appare nel film “Un disastro di ragazza”, al polso della protagonista. Si tratta di un modello appartenente a un’edizione speciale limitata a 600 esemplari, in oro rosa e titanio con cinturino in caucciù grigio e pulsante in ceramica nera incastonato di diamanti.

 

Tom Cruise in “Mission Impossible” e il suo orologio Casio sportivo

Nel film Mission Impossibile (1996), Tom Cruise dà il meglio di sé sullo schermo indossando un orologio sportivo della Casio: il DW290-1V, robusto e impermeabile, con ben cinque allarmi, dotato di cronometro e retroilluminazione.

 

Il Seiko Giugiaro 7A28-7000 (Aliens – Scontro finale, 1986)

Se c’è un film in cui compare un pezzo di design ispirato al mondo dell’automobile è “Scontro finale” del 1968, dove compare il modello Seiko Giugiaro 7A28-7000, caratterizzato da una peculiare sporgenza a forma di blocco che contiene i pulsanti del cronografo, un esemplare tutt’oggi molto apprezzato e ricercato dagli amanti del collezionismo.

 

Il Casio CA53W Twincept Databank (Ritorno al futuro, 1985)

Nel famoso e intramontabile film “Ritorno al futuro”, il geniale dottor Emmett Brown videoregistra il suo primo esperimento temporale con la macchina del tempo, lasciando intravedere un Casio CA53W dotato di moderno display digitale. Oggi questo modello viene probabilmente considerato goffo e poco elegante, ma nel 1985 questo orologio con calcolatrice era il massimo della tecnologia, e probabilmente rimarrà uno degli orologi più iconici dei film.

 

Il Seiko M516-4009 Voice Note (Ghostbusters – Acchiappafantasmi, 1984)

Chi non ricorda il famoso film degli acchiappafantasmi degli anni ‘80? Si tratta di una delle più famose pellicole di quel periodo, dove i suoi personaggi, eroi coraggiosi fino al punto da sfidare i fantasmi, appaiono sullo schermo con uno dei modelli di orologi più all’avanguardia del tempo: il Seiko M516-4009 Voice Note.

 

L’orologio d’oro (Pulp Fiction, 1994)

Christopher Walken, un attore dal carisma innegabile, comparve sullo schermo con uno degli esemplari più belli da tasca realizzato in oro, in Pulp Fiction. Il pezzo fu poi comprato dall’attrezzista del film, Jonathan R. Hodges, in un negozio di antiquariato.

 

Will Smith nel film Men in Black (1997), con un esemplare Hamilton Ventura

Elvis Presley apprezzava così tanto il modello Hamilton Ventura che volle fosse indossato dal suo personaggio, nel film Blue Hawaii. Particolare e quasi inquietante, il modello con il quadrante nero e cinturino in pelle di lucertola, è stato indossato anche dagli uomini in nero, nel film Men in Black. Questo esemplare ha rivestito un ruolo fondamentale in tutti i film appartenenti a questa serie, anche se l’impatto estetico è forte soprattutto quando appare al polso di Tommy Lee Jones e Will Smith nel film di apertura del 1997. Qui i protagonisti apparivano infatti sullo schermo con abiti neri, occhiali moderni e un vero gioiello di design al polso.

 

L’Hamilton Ventura Auto nel film Men in Black: International, 2019

Il Ventura, un esemplare dotato di movimento automatico aggiornato, compare al polso di Chris Hemsworth nella stessa serie di film, Men in Black, e rappresenta il primo esemplare di orologio mai visto fino in quel momento alimentato a batteria elettrica. Certamente una grande innovazione per il periodo.

 

Il terzo film della saga di “The King’s Man”

Che siano sportivi o meno, gli orologi di lusso apparsi sullo schermo sono davvero tanti, ma se parliamo di Rolex ci vengono certamente in mente i film del famoso agente segreto 007. Non solo la serie di James Bond, anche altri produttori hanno cercato di unire l’immagine del protagonista con un orologio di lusso: in particolare ci riferiamo alla famosa saga di Matthew Vaughn. È arrivato nel 2023, nelle sale italiane, il terzo episodio di “The King’s Man”, dandoci l’occasione di rivisitare l’intera serie in chiave orologiera. Si perché tutte le marche degli esemplari presenti nei tre film, si differenziano tra di loro per stile e funzioni, anche se la loro scelta non è stata lasciata al caso, ma presa tenendo conto delle esigenze narrative richieste dal copione. La saga ha infatti attratto le case di orologeria fin dal principio, non solo per la trama particolarmente interessante, ma anche per il successo avuto al botteghino. Non diversamente da James Bond, questa saga è stata capace di attirare l’attenzione di un pubblico molto vasto, con le sue intrigate vicende ed effetti speciali capaci di tenere incollati gli utenti sul grande schermo. Quali sono, nel dettaglio, gli orologi più iconici di The King’s Man?

 

The King’s Man: gli orologi eleganti iconici dei film della saga

King’s Man: The Secret Service, realizzato nell’anno 2014 e distribuito l’anno dopo, è il primo film della saga di Kingsma, una produzione in cui è stata coinvolta una marca britannica, la Bremont. Questa ha infatti realizzato appositamente gli orologi della pellicola, e per dare il meglio dell’eleganza e dello stile, lo ha persino fatto in collaborazione con il regista della pellicola: Matthew Vaughn, questo dichiarò di considerare questi orologi molto adatti alla trama del film e allo stile dei suoi personaggi, considerandoli ideali per rappresentare il legame del mondo militare con le forze d’élite. Ed è così che gli orologi Bremont, nel primo film della saga, hanno giocato un ruolo fondamentale nella trama, essendo gli accessori che gli agenti segreti del film portano al polso. Nel dettagli si tratta di tre modelli: uno è realizzato con cassa in oro rosa, usato dai vari personaggi principali: Colin Firth, Michael Caine e dagli altri componenti dell’organizzazione super-segreta; un altro è in acciaio, indossato da Mark Strong, e un terzo è invece un cronografo/secondo fuso orario con cassa in acciaio di colore nero, che nel film viene indossato da Taaron Egerton. Tutti e tre i modelli si caratterizzano per il quadrante con il logo dell’agenzia di spionaggio.

 

Gli orologi del secondo capitolo di King’s Man: il Cerchio d’Oro

Il secondo film della saga, King’s Man: il Cerchio d’Oro, fu proiettato al pubblico nel settembre del 2017, e i suoi orologi iconici sono stati quelli di TAG Heuer, usato dall’agente Kingsman (Taaron Egerton), e il Monaco Calibro 11. Questa volta, infatti il film ha collaborato con l’orologiaio svizzero Tag Heuer, allo scopo di promuovere il suo ultimo smartwatch, il Connected Modular 45.

 

L’orologio del prequel della serie King’s Man: l’ultimo film

Nell’ultimo film della saga, che rappresenta un ritorno alle origini della famosa agenzia di spionaggio, l’orologio protagonista è invece un modello ultrapiatto di Jaeger-LeCoultre, realizzato dalla Grande Maison nel 1907 e chiamato Couteau (coltello, in francese). La scelta, ovviamente, fu giusta, perché il modello fu in grado di rispettare fedelmente i costumi dell’epoca, considerando che l’ultimo film della serie parla della nascita dell’agenzia di spionaggio ai tempi dello scoppio della Prima guerra mondiale, citando persino alcune personalità esistite nella lontana realtà storica a cui il film si riferisce. È proprio nei primi del Novecento, infatti, che iniziano a vedersi i primi orologi da polso molto sottili: modelli da tasca adattati come il Master Ultra Thin del film, che rispetto alla versione originale si presenta con un quadrante più moderno. Si tratta probabilmente del modello più riuscito fra quelli visti nella serie King’s Man, almeno per il momento e in attesa che un nuovo film della saga venga lanciato. Vedremo se anche questo avrà un nuovo modello di orologi iconici dedicato al film, sarà interessante vedere se ci saranno future collaborazioni con marchi di orologi in futuro.